Ore 18:00 appuntamento al balcone Cantiamo tutti insieme.

Gli italiani cantano sui loro balconi per creare comunità nell'era del coronavirus.

Davide

15 mar, 2020

144 Visite
0 Commenti
Presspay

  15 mar, 2020

  News

Ore 18:00 appuntamento al balcone Cantiamo tutti insieme.


Ore 18:00 appuntamento al balcone Cantiamo tutti insieme.

Gli italiani cantano sui loro balconi per creare comunità nell'era del coronavirus

Naturalmente potremmo contare sugli italiani per creare bellezza e gioia anche nei momenti difficili di una pandemia globale.

L'Italia è in completo isolamento, con 17.660 casi di coronavirus a partire da venerdì 13 marzo, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità. Ma le persone nel paese hanno iniziato a uscire sui loro balconi e appoggiarsi fuori le loro finestre per unirsi in canzone, coordinando lo sforzo diffondendo la parola attraverso i social media.

Venerdì, gli italiani hanno cantato l'inno nazionale insieme alle 18: sabato, si sono uniti per applaudire gli operatori sanitari. Il New York Times riporta: "Alle 18 di sabato, gli italiani canteranno "Azzurro", un successo del 1968 del cantante Adriano Celentano, e domenica "Ma il cielo è più blu", di Nino Gaetano, che raggiunse le classifiche nel 1975".

Guardare video di italiani creare una parvenza di comunità, anche in isolamento, è pura delizia.

Qui suonano insieme l'inno nazionale: Al di fuori dell'Italia, le persone stanno trovando altri modi per usare la musica per darsi conforto l'un l'altro in questi tempi irto. Il violoncellista Yo-Yo Ma si è recato su Twitter il 13 marzo per serenare gli ascoltatori online con un pezzo del compositore ceco Antonàn Dvoàk, dicendo che sta iniziando una serie chiamata #SongsOfComfort. Nel frattempo, l'attrice e cantante di Broadway Laura Benanti ha invitato studenti i cui musical sono stati cancellati sulla scia del coronavirus per condividere le loro esibizioni con lei online.

I video sono graditi promemoria che possiamo trovare modi creativi per sentirci connessi tra loro, anche mentre i focolai di virus richiedono che rimaniamo separati.

Presspay 2020

Commenti

Devi accedere per poter commentare.


Le città italiane riaprono dopo due mesi di blocchi del coronavirus
Le città italiane riaprono dopo due mesi di blocchi del coronavirus
News

L'Italia ha iniziato ad allentare le restrizioni al blocco del coronavirus e alcuni negozi, ristoranti e musei sono stati riaperti per la prima volta in due mesi.

negoziristoranticoronaviruslitaliacoronavirus


I pazienti giacciono immobili in un reparto di terapia intensiva dell'ospedale.
News

Ha documentato la crisi dell'Ebola in Africa occidentale. Ma girare all'interno di un ospedale combattere Coronavirus nella sua nativa Italia è stata una sfida più dura.

italiacoviddavverodocumentarioospedale

I pazienti giacciono immobili in un reparto di terapia intensiva dell'ospedale.
I pazienti giacciono immobili in un reparto di terapia intensiva dell'ospedale.
I pazienti giacciono immobili in un reparto di terapia intensiva dell'ospedale.
News

Ha documentato la crisi dell'Ebola in Africa occidentale. Ma girare all'interno di un ospedale combattere Coronavirus nella sua nativa Italia è stata una sfida più dura.

italiacoviddavverodocumentarioospedale


Davide

Davide


Appassionato di nuove tecnologie e sviluppo dell'intelligenza artificiale, amo comunque spaziare nel mondo della produzione, del podcasting e web radio.