In Gran Bretagna via alla sperimentazione del vaccino sull’uomo: “A settembre già disponibile”

Via alla sperimentazione del vaccino contro il coronavirus sull'uomo. L'annuncio è arrivato oggi dal Regno Unito dove i primi test prenderanno il via giovedì prossimo. A riferirlo è stato il ministro della sanità britannico, Matt Hancock, facendo il punto sulla situazione del contagio nel Paese e sule misure messe in cantiere per bloccare il contagio.

Presspay

21 apr, 2020

179 Visite
0 Commenti
Presspay

  21 apr, 2020

  News

In Gran Bretagna via alla sperimentazione del vaccino sull’uomo: “A settembre già disponibile”


In Gran Bretagna via alla sperimentazione del vaccino sull’uomo: “A settembre già disponibile”

Via alla sperimentazione del vaccino contro il coronavirus sull'uomo. L'annuncio è arrivato oggi dal Regno Unito dove i primi test prenderanno il via giovedì prossimo. A riferirlo è stato il ministro della sanità  britannico, Matt Hancock, facendo il punto sulla situazione del contagio nel Paese e sule misure messe in cantiere per bloccare il contagio. “Il team ha accelerato il processo di sperimentazione, collaborando con il regolatore MHRA (Agenzia di regolamentazione per i medicinali e l'assistenza sanitaria), che ha fatto un lavoro brillante. Di conseguenza, posso annunciare che il vaccino del progetto Oxford sarà testato sulle persone da questo giovedì" ha dichiarato il rappresentante del governo inglese, aggiungendo: "In tempi normali il raggiungimento di questa fase richiederebbe anni e sono molto orgoglioso del lavoro svolto finora".

Il Regno Unito punta tutto sul Vaccino

Sottolineando la situazione ancora drammatica del Paese dove solo nelle ultime 24 ore sono morte altre 828 persone che hanno fatto salire il totale dei decessi a 17.337, Hancock ha affermato che il governo sta puntando tutto sul vaccino. Per questo il governo britannico ha stanziato 20 milioni di sterline per il team di Oxford che ha messo a punto il vaccino che ora verrà testato mentre altri 22,5 milioni di sterline andranno ai ricercatori dell'Imperial College di Londra  che sono al lavoro su un altro vaccino anticovid.

Vaccino contro il coronavirus sviluppato a Oxford

Il vaccino protagonista della sperimentazione umana infatti è stato sviluppato dagli esperti dell'Università di Oxford secondo i quali siamo di fronte a una percentuale di successo dell'80 percento. Se la sperimentazione darà i risultati sperati, le prime dosi di vaccino potrebbero essere disponibili per l'uso entro l'autunno di quest'anno, hanno spiegato i ricercatori. La professoressa Sarah Gilbert, a capo del team di ricerca del prestigioso ateneo inglese, ha affermato che il vaccino anti coronavirus potrebbe essere pronto per l'uso già a settembre grazie allo sforzo di tutti nonostante normalmente la ricerca di un vaccino efficace richieda fino a 18 mesi di tempo. Lo stesso Hancock ha sottolineato che in caso di successo della sperimentazione i vaccino sarà reso disponibile a tutti "il più presto possibile".

A Oxford era già in corso un lavoro sul coronavirus Mers

Secondo un altro membro del team di Oxford, il professor Andrew Pollard, la velocità del progetto di Oxford è dovuta al lavoro già svolto sui coronavirus Sars e Mers a seguito delle epidemie negli ultimi anni. "Quando è emerso questo nuovo virus, a Oxford era già in corso un lavoro sul coronavirus Mers e un vaccino veniva sperimentato sull'uomo. Quando il codice genetico del nuovo coronavirus è stato scoperto a gennaio è stato possibile creare questi nuovi vaccini molto rapidamente" ha spiegato l'esperto, rivelando: "Sono stati sviluppati in laboratorio e portati in uno stabilimento di produzione a Oxford per preparare le prime dosi per le prove". "Se gli studi daranno esito positivo, c'è un grande ostacolo tecnico per arrivare a milioni, decine di milioni o addirittura miliardi di dosi del vaccino che sarebbero necessari per il mondo" ha avvertito però il ricercatore, ricordando: "È un processo di produzione molto diverso riuscire a produrre volumi di vaccino così grandi. La capacità di farlo in tutto il mondo è piuttosto limitata"

Presspay 2020

Commenti

Devi accedere per poter commentare.