Caputo, la voce dell'ottimismo nel calcio italiano.

Il messaggio rassicurante dell'italiano è arrivato ore prima che il governo fermasse tutti gli sport nel paese in mezzo alla devastante pandemia coronavirus.

Davide

20 mar, 2020

377 Visite
0 Commenti
Presspay

  20 mar, 2020

  Sport

Caputo, la voce dell'ottimismo nel calcio italiano.


Caputo, la voce dell'ottimismo nel calcio italiano.

"Tutto andrà bene. Soggiorno a casa.

L'attaccante del Sassuolo Francesco Caputo ha capito prima di tutti gli altri.

Il messaggio rassicurante dell'italiano è arrivato ore prima che il governo fermasse tutti gli sport nel paese in mezzo alla devastante pandemia coronavirus.

L'Italia era già preoccupata, la malattia aveva fatto molti danni e le restrizioni al movimento stavano per essere applicate.

Era il 9 marzo e l'Europa giocava ancora a calcio nonostante l'escalation della crisi sanitaria. Quella notte in Emilia-Romagna, regione duramente colpita dal virus, il Sassuolo ha battuto il Brescia 3-0 in quello che sarebbe stato l'ultimo incontro di un campionato italiano da allora sospeso. Dopo il primo dei suoi due obiettivi, Caputo si rivolse a una telecamera e solleva un messaggio scritto a mano su un foglio di carta. "Andra tutto bene. Riformulare una casa: andrà tutto bene, starà a casa. Poche ore dopo, il capo del governo italiano Giuseppe Conte ha usato le stesse parole - "Stay at home" - per spiegare agli italiani le nuove disposizioni draconiane messe in atto per combattere la pandemia. Da allora, il messaggio concreto e rassicurante di "Ciccio" Caputo ha fatto la sua strada anche al di là del mondo del calcio. Si trova in tutte le campagne di informazione e sensibilizzazione e anche su striscioni appesi alle finestre in tutto il paese. "È stata una mia idea. Non l'avevo detto a nessuno. Volevo far passare questo messaggio. Si tratta di un periodo difficile per l'intera nazione", ha detto il 32enne. "Vogliamo proteggere le nostre famiglie. Ad esempio, a casa ho mia moglie con tre figli, non lasciarli uscire di casa è molto difficile, ma siamo molto attenti alle regole". Ma il giocatore, attualmente il secondo miglior marcatore italiano in Serie A con 13 gol, dietro l'intoccabile Ciro Immobile (27 anni), non si è fermato qui.

"Maturità di un uomo" 

Come molti altri calciatori, ormai privati del tempo di gioco, è stato coinvolto nell'aiutare a raccogliere fondi per coloro che si trovano nel mondo medico, in prima linea affrontando la crisi che ha ucciso quasi 3.000 persone e infettato oltre 13.000 persone in Italia. Ha partecipato insieme ad altri giocatori della Serie A in una gara di giocoleria come parte di una raccolta fondi per gli ospedali. Ha anche messo all'asta la sua maglia numero 9 indossata durante l'incontro finale di questo mese, firmato con l'ormai famoso motto "Andra tutto Bene".

I 2.600 euro raccolti sono stati donati alle autorità sanitarie della Regione Puglia meridionale, da dove proviene.

Fu in questa regione, nel tallone d'Italia, che Caputo iniziò la sua carriera nel suo bari, sotto la guida di Antonio Conte. "Sarò per sempre grato a lui. Mi ha lanciato in Serie B, con il Bari (nel 2008) e quel giorno ho segnato una tripletta", ha spiegato Caputo. "Allora mi ha voluto a Siena (2010-11). Mi ha insegnato l'importanza del sacrificio. Con lui, quando torni a casa, sei completamente esausto.

Il suo anno a Siena sotto la conte fu la prima di nove stagioni per Caputo in Serie B.

Dopo due stagioni con l'Empoli, aiutandole a raggiungere la promozione di alto livello nel 2018, la sua forma è esplosa questo termine dall'ingresso a Sassuolo lo scorso luglio. "È un maestro nell'arte dell'attacco e della marcatura approfonditi", ha detto l'allenatore del Sassuolo De Roberto.

È arrivato tardi in Serie A. La sua forza è che egli approfitta di tutto questo con la maturità di un uomo.

Presspay 2020

Commenti

Devi accedere per poter commentare.


SPAL nominerà Marco Giannitti come nuovo direttore sportivo
SPAL nominerà Marco Giannitti come nuovo direttore sportivo
Sport

Lo SPAL nominerà Marco Giannitti, ex uomo del Frosinone, come nuovo direttore sportivo, riferisce Sportitalia.

giannittinominersportitaliamarcovagnati


Le città italiane riaprono dopo due mesi di blocchi del coronavirus
News

L'Italia ha iniziato ad allentare le restrizioni al blocco del coronavirus e alcuni negozi, ristoranti e musei sono stati riaperti per la prima volta in due mesi.

negoziristoranticoronaviruslitaliacoronavirus

Le città italiane riaprono dopo due mesi di blocchi del coronavirus
Le città italiane riaprono dopo due mesi di blocchi del coronavirus
Le città italiane riaprono dopo due mesi di blocchi del coronavirus
News

L'Italia ha iniziato ad allentare le restrizioni al blocco del coronavirus e alcuni negozi, ristoranti e musei sono stati riaperti per la prima volta in due mesi.

negoziristoranticoronaviruslitaliacoronavirus


Davide

Davide


Appassionato di nuove tecnologie e sviluppo dell'intelligenza artificiale, amo comunque spaziare nel mondo della produzione, del podcasting e web radio.